I Blog d'autore

  • in ritardo con il tempo

    …ma puntuale con la vita. sono ancora in tempo perche’ la processione che e’ appena all’inizio del molo. il cadenzare del ritmo suonato dalla banda mi arriva ai piedi mischiandosi con l’inutile rumore delle macchine. chissa’ se riusciro’ a vedere qualcosa. impasto di canti sacri e corpi rituali scorrono sulla lingua di pietre che penetra il mare. vengo immersa nel rito della citta’ che si schiera sul bagnasciuga. tanti...

    Per saperne di più...
    0
  • caffe’ tra single.

    una salubre passeggiata sul molo Audace era inevitabile per un saluto al tramonto ed al sole clandestino, in una giornata che ricordava ancora le sferzate della bora ed i meno dodici gradi subiti. il Padre Eterno distribuiva, per qualche minuto, brivido e letizia. l’incontro con lingue diverse portava a pensare ai turisti che si trovavano di fronte ad una citta’ che doveva smaltire ancora la sbornia della notte precedente...

    Per saperne di più...
    0
  • parola d’ordine.

    Teinted Love. …e si ballava ovunque si fosse. per me e’ ancora cosi’ e io ballo ancora. pensavo che sarei ritornata a casa senza avere sgambettato, ma non e’ stato cosi’. il blogino mi ha regalato l’insperato scatenamento. sono uscita di casa dopo il brindisi con me stessa, accompagnato dall’immancabile fois-gras e salmone, verso le due di notte. c’erano alcuni appuntamenti a cui non volevo mancare: Jar, Giardino Tergesteo...

    Per saperne di più...
    0
  • un fazzoletto di terra.

    quello che racchiude(va) il mio benessere. e’ marginale rispetto al centro della gentrificazione, ma ha racchiuso, fino ad oggi, valori aggiunti alla fruizione della triestinita’. dopodomani non sara’ piu’ cosi’. hanno un muro in comune: El Pedocin, il bagno famoso con il muro tra donne ed uomini, da una parte di un altro muro in comune ad Etnoblog, il magazzino di cultura ‘giovanile’ (sbaglia chi lo ritiene un locale)....

    Per saperne di più...
    0
  • svendita natalizia.

    (un solo post per piu’ elecubrazioni.) avrei voluto scrivere per potermi ricordare. troppo si e’ ammassato in corpo insieme agli antibiotici. lo sforzo e’ stato consistente e la mente non ha voluto dirigere le dita sui tasti della tastiera: meglio l’intorpidimento di scorrere i post di fb per mantenere l’allenamento del surfing alla cazzo (dovendosi sempre prostrare all’algoritmo!). troppe performance svendute nel tentativo di esistere. la mia illusione di...

    Per saperne di più...
    0